Hotel Miramonti Hotel Miramonti Hotel Miramonti Hotel Miramonti Hotel Miramonti
HOTEL MIRAMONTI -LA STORIA E PERSONAGGI

L'Hotel Miramonti a Prati Di Tivo nel Comune di Pietracamela, un borgo defito tra i borghi più belli d'Italia.

Un pò di storia.

Nel • XII sec., il villaggio nasce in seguito alle invasioni che costringono le popolazioni d’Abruzzo a rifugiarsi sui monti inaccessibili.

Sotto il Regno di Napoli, il territorio è parte del feudo della Valle Siciliana di proprietà dei conti di Pagliara (il nome deriva dai primi abitanti provenienti dalla Sicilia in tempi remoti, oppure dalla Via Caecilia che congiungeva Roma con l’Adriatico). 


Nel  XIII sec., una pergamena riporta la nomina di un parroco di S. Leuty de Petra; a San Leucio è dedicata una chiesa nel borgo.


Nel 1432, la data più antica che si legge in paese è incisa su una lapide che sovrasta il portale della vecchia parrocchiale di San Giovanni.


Nel 1526, l’imperatore Carlo V concede al marchese Ferdinando De Alarçon Mendoza l’investitura del feudo della Valle Siciliana, tra i cui paesi c’è Petra Cumerii, che sotto gli Angioini e gli Aragonesi era appartenuto ai conti Orsini. 


Nel  1590, il borgo viene fortificato dal governatore Marcello Carlonus per difenderlo dai briganti e resta ai De Alarçon Mendoza fino all’abolizione della feudalità. 

 
•Nel1860-65, si intensifica nei primi anni dell’unità d’Italia il brigantaggio, piaga presente in Abruzzo come in gran parte del meridione sin dal XVI sec.  A Pietracamela, come in tutta la provincia di Teramo, operavano dei “capi massa” che, alla guida di contadini miserabili, soldati disertori, ladri comuni ed evasi, sostenuti dai Borboni e dal clero, saccheggiavano e razziavano in opposizione prima all’occupazione repubblicana francese (1799, 1806-15) e poi al governo italiano. 

L'ntero abitato arroccato come un nido d`aquile, sorge dove la valle del Rio Arno si amplia e cambia pendenza ed è incorniciato dalle superbe pareti, dall`alto un armonia di tetti in cotto dai caldi colori, dal basso un grappolo mimetizzato e protetto dalle sovrastanti rocce.Ed è proprio tra queste rocce a ridosso delle ultime case del paese, che troviamo importanti testimonianze della capacità dell`uomo, come la storica palestra di roccia degli Aquilotti del Gran Sasso, fortissimo gruppo di alpinisti che nel 1930 guidati dal medico Sivitilli seppero assumere fama nazionale.Sulle rocce sovrastanti l`abitato, per lo studio del Camoscio d`Abruzzo, nel 1993 è stata realizzata un`area faunistica che né ospita una coppia, lungo il sentiero che dal paese porta all`area faunistica le singolari pitture rupestri del locale artista Guido Montauti.All`interno del paese dove tante viuzze si intersecano come in un labirinto, la ex parrocchiale di S. Giovanni con il campanile a vela e l`antica meridiana, all`inizio del paese un abitazione con delle bifore in pietra, nella parte alta del piccolo borgo la chiesa di S. Rocco con il portale in pietra ed un acquasantiera del 1500.Lungo le ripide scalinate che caratterizzano l`intero paese, si aprono scorci sulle profonde vallate sottostanti e le montagne che incorniciano e custodiscono gelosamente l`intero abitato.

L 'Hotel Miramonti è stato realizzato dalla rinomata Famiglia Monti di Bologna già proprietaria di altre strutture alberghiere di prestigio in Riccione (Rimini) su progetto dell'igegnere Elio Speroni di Riccione e fu innaugurato dal ministro Natali nell'anno 1969 questa struttura sorta alle falde del Corno Piccolo nel corso dei suoi 42 anni di attività ha ospitato numerevoli eventi, sportivi oltre a personaggi illustri del cinema, della cultura, dello sport, della politica, e Presidenti della repubblica tra i quali Carlo Azeglio Ciampi nell'occasione dell'Anno Internazionale Delle Montagne.

IL PRESIDENTE CARLO AZZEGLIO CIAMPI ALL' HOTEL MIRAMONTI -Prati di Tivo, 5-7-2002

____________

Prati di Tivo, 5-7-2002

Il Presidente Ciampi viene salutato da Achille Compagnoni, lo scalatore che circa 50 anni fà portò il Tricolore italiano sulla cima del K2. A sinistra nella foto, Nino lacedelli che con Compagnoni partecipò alla mitica impresa, in occasione della celebrazione dell'Anno Internazionale della Montagna.

Il Presidente Ciampi con i Presidenti delle Regioni Abruzzo e Valle d'Aosta, Giovanni Pace e Dino Vierin ed il Vicepresidente della Regione Sicilia Giuseppe Castiglione, ai quali ha consegnato tre bandiere nazionali che saranno successivamente poste sul Gran Sasso, sul Monte Etna e sul Monte Bianco.

 

___ _________

Prati di Tivo, 5-7-2002

Il Presidente Ciampi alla manifestazione nel parco dell'Hotel Miramonti

 


                                                            


 

PATNERS

 

.

Hotel Miramonti - © 2012 - All rights reserved
Internet Marketing by Web Action Studio - marketing a 360°

Lo.Fri S.r.l.
Località Prati di Tivo
c.a.p 64047 Pietracamela (Te)
P. Iva 00408460673
Tel. 0861.959621 - Fax: 0861.959661

ISO 9001.2008
Certificato n°AG/QMS-217/11/S